Rocco Siffredi, salvaci tu!

Rocco Siffredi

Quando faccio zapping in tivvù, lo ammetto, mi annoio tantissimo. Tra quizzoni, ricette di cucina, abiti da sposa costosi alla fine il telecomando mi chiede perdono. Mai che si parli della quotidianità, dei bisogni e dei problemi della gente comune. E soprattutto, mai che si parli apertamente di sesso e dei problemi che intercorrono nelle coppie che cercano di confrontarsi su questo importantissimo aspetto del loro legame. Per cui lo dico a gran voce: sono contentissima che sia piombato a ciel sereno un programmino, che dura un’ora soltanto (quanto vorrei durasse di più!), interamente condotto da un professionista del sesso, che parla per cognizione di causa: Ci pensa Rocco è una ventata d’aria fresca in questa bacchettona barba mediatica tricolore, e dal mio punto di vista è proprio ciò di cui hanno bisogno gli italiani.

sessuologia

(Photo Credits: xwoundsoflovex from flickr.com)

Perché? innanzi tutto non se ne poteva più di inscatolare il sesso dentro la scienza e la psicologia. Ovvero il medico o la dottoressa in camice bianco, con la faccia da secchioni, che parlano parlano parlano, e si vede lontano un miglio che ripetono a pappagallo le cose che studiarono sui libri ai tempi dell’università (invece che passare la giovinezza a spassarsela a scoprire il sesso, per l’appunto). La figura del medico è sì autorevole, ma in fin dei conti si rivela fredda, distaccata, poco empatica, dinanzi a un argomento che invece necessita di slancio, istinto e buoni esempi. Un po’ come i programmi di cucina: se vuoi imparare l’arte del buon cibo, devi stare a guardare un cuoco. Idem con patate per l’ars amandi: se vuoi imparare a far bene l’amore, bè devi confrontarti con chi è bravo a farlo e a viverlo liberamente, non solo con i blablaisti!

crisi di coppia

Quindi torniamo a Rocco Siffredi, noto ex attore di film porno, ora conduttore su Cielotv (lo danno il venerdì alle 23, giorno in cui amo andare a teatro ma vale la pena restare a casa e guardarselo) di un real-show in cui i protagonisti sono coppie italiane vere e assolutamente autentiche che scrivono alla redazione (e a Rocco) per chiedere loro una mano. Il problema è il solito di tutti: dopo anni e anni insieme, il desiderio si abbassa, in alcuni casi scompare. Come fare? divorziare? farsi l’amante? stare zitti e soffrire? diventare magari scambisti così non ci lasciamo? Per quanto viviamo oramai nel 2014 sono ancora tante le persone che si vergognano spudoratamente di affrontare i propri problemi sessuali, e piuttosto che guardarli dritti in faccia mandano all’aria la propria relazione, rovinando di conseguenza la famiglia (con i figli che ci soffrono e la Chiesa che si dimena dalla rabbia per l’ennesimo divorzio).

Allora, invece che mettere la testa sotto la sabbia e continuare a perpetuare una società ipocrita, finto perbenista, non è meglio cominciare a pensare al matrimonio, alle convivenze, alle relazioni, come a un luogo di incontro, esplorazione e ricerca del piacere senza limiti e tabù? Detto in soldoni: ma se non fai la porca con tuo marito, con chi dovresti farlo, col venditore di tappeti? Ma se non fai il toro caliente con la tua donna, con chi dovresti andare? con la prostituta all’angolo? Per questo faccio un enorme applauso alle coppie che vediamo nel programma Ci pensa Rocco: loro ci mettono la faccia e per questo hanno una marcia in più. Vogliono vincere la paura di essere giudicati dai loro genitori, amici e  colleghi che, inesorabilmente, li vedranno in tv. Non temono di dichiarare apertamente i loro problemi, cercano piuttosto soluzioni, nuove strade, abbattano i muri dei tabù e del silenzio. Ricominciano a giocare liberi. Ed è qui la chiave del sesso che appaga e che si cerca ancora e ancora: la libertà che abbiamo nella mente. In fondo non è necessario essere disinibiti come una pornostar, o darsi alle cose pazze; basta lasciare andare la mente, sfogare le fantasie, ascoltare con curiosità i desideri del partner e apprezzare il suo corpo, la sua pelle, il suo odore.

UK Society 62: British Love

(Photo Credits: Francisco Osorio from Flickr.com)

Rocco Siffredi in questo programma si mostra gentile, attento all’ascolto ma è anche peperino, in quanto porta i due protagonisti in terreni nuovi, giochi arditi, chiede ai due di “crescere” sessualmente, di non pensare al sesso come quando si era ragazzini, ai tempi in cui molte coppie si erano innamorate e formate. Credo quindi che il nodo di tutta la trasmissione e la sua validità stia qui: il sesso ha tante età. A 18 anni è scoperta emozionante, passione degli ormoni. Ma a partire dai 30 anni diventa una faccenda da adulti. Le donne dovrebbero mettere da parte il loro mondo virginale fatto di carezze, orgasmi non sempre raggiunti (e talvolta finti) e biancheria di cotone. Mentre gli uomini dovrebbero perfezionare l’arte del corteggiamento che non si limiti al solito mazzo di fiori+cena al ristorante; per non parlare della “fretta” nel consumare il rapporto che fa parte della tipica foga adolescenziale. In una coppia non si cresce e si matura insieme solo mettendo su casa e allevando figli, occorre puntare sulla qualità del rapporto e sul piacere che si costruisce ogni giorno stando insieme. Ma di questo se ne è accorta anche la Chiesa vaticana che nei corsi pre-matrimoniali insegna ai fidanzati a coltivare la sessualità come un valore e a praticarla proprio come simbolo dell’amore che unisce due persone. Di conseguenza bacchettoni miei, il vostro tempo è finito, ben venga l’epoca delle persone libere, sincere, disposte a tenersi strette il partner con tutti i mezzi! Specie se questi mezzi sono costituiti da baci, leccate, succhiotti, un paio di manette…. .

complicità di coppia

(Photo Credits: Jorge Miente from Flickr.com)

Questa voce è stata pubblicata in eros, matrimonio, news, Sesso, spettacolo, Uncategorized, YouTube e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...