L’orgasmo femminile

Ma voi siete vaginali o clitoridee? Scherzi a parte, un dato di fatto molto comune è che le donne non sempre raggiungono l’orgasmo con la penetrazione. Ma la preoccupazione di fronte a questa reazione corporea spaventa, suscita preoccupazione al punto da ritenere di essere frigide, anorgasmiche, o con problemi psicologici di qualche tipo sconosciuto. Per fortuna ci viene incontro la scienza e gli esperti che studiano la morfologia femminile ed effettuano confronti medici su migliaia di donne in tutto il mondo. Ebbene, è tutto assolutamente normale. Il fatto è che la clitoride contiene migliaia di terminazioni nervose (se ne contano a oggi 6.000) che se confrontata al numero molto esiguo contenuto nella vagina, appare come un autentico luna park della domenica! Miss Clito è un interruttore fatto per essere acceso, e dal punto di vista anatomico corrisponde al pene maschile. Quando siamo dei feti infatti, fino al terze mese di gravidanza, siamo tutti donne! ovvero abbiamo tutti la clitoride. Dopo di che, sotto l’influenza genetica, dalla clitoride si viene a formare il pene nei maschi, altrimenti rimane tutto come prima e nasciamo femmine. Per questo motivo Miss Clito è un organo erettile e particolarmente sensibile al tatto e alle stimolazioni sessuali (anche di natura mentale). Inoltre, le bambine la scoprono per prima. Proprio come i maschietti scoprono il proprio pisellino. Sin da piccoli si impara a “titillarsi” le parti intime ed è indiscutibile che siano proprio queste due zone (pene e clitoride) le più indicate per raggiungere l’orgasmo.

Come sottolinea una sessuologa dalle pagine web della nota rivista OK Salute: “Molte donne, la maggioranza, riescono a raggiungere l’orgasmo con la masturbazione ma non con la sola eccitazione derivante dal coito ed è comprensibile. Negli anni hanno strutturato una soddisfacente e veloce modalità per questo fine: la posizione, il luogo e il modo specifico di stimolarsi fanno la differenza. Mettendo bene a fuoco queste modalità specifiche si può cercare di trasferire al partner alcune di queste competenze e, in un secondo momento, inserirle tra i giochi d’amore prima, durante o dopo il coito stesso. Ne può venire arricchita la vostra sessualità insieme”.

Infatti è bene ricordare che la clitoride possiede terminazioni nervose abbastanza lunghe e sviluppate che arrivano anche vicino alla vagina. Se stimolate al momento giusto quindi, assieme alla penetrazione, facilitano enormemente il raggiungimento del piacere durante il coito.

Infine vale la pena ricordare i sex toys, ormai belli, divertenti, studiati apposta per dare una mano in tutte le occasioni. In questo caso può essere una manna l’anello vibrante, che deve essere indossato da lui e la cui parte vibrante deve risultare posizionata sopra la clitoride. E’ proprio figlio della scienza, che ha appunto dimostrato che è la clitoride a meritare le maggiori attenzioni da parte del maschio. Altrimenti si può tentare un secondo modo, sempre ludico, in cui lui lui la penetra con un vibratore, e nel frattempo le stimola la clitoride con la lingua e/o con le mani. Questo tentativo può rivelarsi utile per sbloccare la donna che abituerà il proprio corpo a sperimentare gli orgasmi con la penetrazione. In seguito potrà sostituire il toy con il boy, che è pure meglio, no? Però, se non lo raggiungete con la penetrazione, pazienza. Non fingetelo mai, d’accordo? a meno che non siate in una tavola calda…

L’importante è prendersela comoda, non disdegnare tutti i tentativi possibili, e non inseguire l’orgasmo vaginale come una chimera. Ridiamoci su ma allo stesso tempo…proviamo e vediamo che succede!

Questa voce è stata pubblicata in Sesso e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...