Il sesso è amico della pubblicità

Il sesso fa vendere? ma figurati! Certo che sì, del resto non stiamo parlando del motore della vita? Tutti nasciamo perché un uomo e una donna hanno fatto sesso e la natura ha inventato l’espediente del piacere sessuale per indurci a farlo spesso e favorire la prosecuzione della specie. Ai tempi di Adamo ed Eva non esistevano i contraccettivi e l’attività sessuale conduceva inesorabilmente alla gravidanza. Da qui la necessità delle donne di mantenersi caste e arrivare vergini all’altare così da essere certi della paternità dei nascituri. Tempi duri! Ma San Pincus inventò la pillola anticoncezionale, il patrono del sesso sicuro Goodyear coniò il profilattico in gomma, e le coraggiose femministe promossero le leggi sull’aborto. Nella società contemporanea quindi il sesso ha assunto connotazioni positive, edoniste, in molti casi è diventato pura comunicazione. Qualcosa di cui parlare, come si fa discutendo di cibo, viaggi e moda. Il tabù non si è veramente dissolto, ma di certo fa molto, molto meno prurito e non genera persecuzioni violente (almeno nei paesi occidentali). Per cui è facile vederlo dappertutto. Attira, in quanto solletica i sensi, provoca, diverte, sconvolge, eccita, fa incazzare. Provoca sempre delle reazioni, e in un mondo sovrapopolato di immagini e input, ciò basta. Tengo a sottolinearlo infilare l’eros come il prezzemolo nelle pubblicità non è un’abitudine tutta italiana. Anzi. Da noi la morale cattolica sommata alla forte percentuale di spettatori anziani ci pone su un piano nettamente inferiore rispetto ad altri Paesi. Dove se ne vedono veramente di tutti i colori. In certi casi strabilianti e audaci al punto giusto.

Non possiamo dire di no al sesso nella vita, quando si rifiuta e si trova ripugnante significa che c’è un problema psichico nella persona che ne soffre. E non possiamo dire di no al sesso nella pubblicità, purché sia creativo, liberatorio, divertente e originale. Il Corriere della Sera ha dedicato un articolo sulle recenti pubblicità italiane che usano il sesso come veicolo di comunicazione. Alcune sono brillanti, altre scontate. A ognuno l’ardua sentenza!

Pubblicità sensuali

Questa voce è stata pubblicata in Pubblicità, Sesso e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...