Matrimonio e sesso: diventa condivisione, non più un obiettivo

Le ricerche dicono che il 62% delle donne nutre fantasie sessuali su altri uomini. Che non siano suo marito! Ciò è segno che, a queste donne, non manca la fantasia e il desiderio erotico, ma che in realtà hanno smesso (o mai cominciato) di desiderare il proprio marito a livello sessuale. Ma perchè? Gli esperti del settore hanno tentato di fornire una spiegazione in materia…

Quando il matrimonio spegne il desiderio

Il sesso all’interno di una relazione amorosa risente delle energie emotive che circolano fra i due membri della coppia. Ovvero, se non avviene un forte scambio di affetto, cura e tenerezza, l’energia sessuale si blocca. Dunque la passione a letto va a farsi friggere.
Gli studiosi per farsi capire meglio citano un esempio pratico: Matteo è sposato con Laura e stanno insieme da 4 anni. Lui desidera ancora tanto sua moglie e per condurla a sè a livello sessuale adotta una serie di comportamenti che assomigliano a delle vere e proprie pressioni. Ad esempio cerca di continuo la sua approvazione, la ricopre di attenzioni e apprezzamenti, le fa regali e presta del denaro. Fin qui niente di male, se non fosse che Matteo si dimentica di fare e dire molte, molte cose. Che fanno la differenza e che potrebbero veramente permettergli di farsi conoscere nel profondo dalla sua compagna. Laura infatti si sente manipolata e sente – inconsciamente – e col tempo, consciamente, che il marito si comporta in questo modo per arrivare a ottenere del sesso da lei, e non per il piacere di compiere quei gesti e vederla felice. E così lei perde il desiderio nei suoi confronti e piano piano, senza accorgersene, inizia a fantasticare su altri uomini, nella speranza che uno di questi magari possa amarla diversamente. Amarla senza che si senta un oggetto, senza che qualcuno la faccia sentire controllata e manipolata.

Che soluzioni trovare

La soluzione per sbloccare questa situazione, sottolineano i sessuologi, è tutta nelle mani di Matteo. Lui deve smetterla di vederla come una conquista, e deve piantarla di pensare al sesso come un obiettivo da raggiungere con ogni mezzo. La sua identità di uomo va ripensata, e resa moderna e al passo con le donne di oggi. Pianeta in cui abita anche la sua Laura. Matteo deve crescere, diventare più responsabile. In pratica deve imparare ad essere se stesso davanti a sua moglie, a non cercare sempre la sua continua approvazione, a stimolare in lei il desiderio sessuale in modo naturale.

Mariti, emancipatevi!

Mariti, smettetela dunque di atteggiarvi da Ken che porta a spasso Barbie. La vostra donna non è una bambola frigida da vestire e pettinare e trattare con riverenza per avere un po’ di sesso in cambio qualche volta. Fatela ridere, parlate di tutto con lei, aprite il vostro cuore. Imparate ad essere amici, innanzi tutto. Siate voi stessi. E voi donne, incoraggiateli. In un attimo diventerete sexy agli occhi del partner e fare l’amore (e il sesso) diventerà un piacevole gioco a due, non una partita a senso unico.

Questa voce è stata pubblicata in matrimonio, Sesso, sexy, Uncategorized e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...